Le mie FAQ su Linux

Tux. Copyright Larry Ewing, Simon Budig, Anja Gerwinski

Tux, la mascotte di Linux

Mi rendo conto che l’argomento non è dei più originali, ma in questo periodo sto notando un nuovo picco di interesse nei confronti di Linux e naturalmente all’interesse si accompagnano delle curiosità, così ho deciso di scrivere un articolo con le risposte che mi trovo a dare più frequentemente, anche con lo scopo di linkarle o stamparle all’occorrenza. Le risposte saranno volutamente semplicistiche perché destinate soprattutto a utenti inesperti. Aggiornerò quest’articolo man mano che capiteranno nuove domande. Si accettano suggerimenti attraverso i commenti. Questa non è una pagina tipo “10 buoni motivi per usare Linux”. Ce ne sono già tante e se siete approdati qui probabilmente almeno un buon motivo l’avete già trovato 😉

  1. Cos’è Linux?
    Quello che normalmente indichiamo con “Linux” è una famiglia di sistemi operativi. Un sistema operativo è quel software che ci permette di usare i programmi che desideriamo sul computer (o sullo smartphone o sul tablet, ecc). Altri esempi di sistemi operativi sono Android, Windows, Mac OS X, Symbian, ecc.
  2. Ho sentito dire che Linux è libero. Cosa vuol dire? Che è gratuito?
    Un programma non è quasi mai “nostro”, nemmeno quando lo compriamo: quando lo usiamo accettiamo una licenza d’uso. Un software si dice libero quando la sua licenza garantisce agli utenti quattro libertà fondamentali: eseguire il programma, studiarlo, ridistribuirlo e modificarlo. Si veda questa pagina per maggiori informazioni. Un software libero non è necessariamente gratuito ma molte distribuzioni di Linux lo sono.
  3. Cos’è una distribuzione?
    Un sistema operativo è composto da diversi “pezzi”: un “nucleo” (tecnicamente: kernel) che interagisce con i componenti hardware ed altri programmi che ci permettono di usare agevolmente il computer. Linux in realtà è il nome del solo nucleo ed essendo un software libero (vedi FAQ 2) ciascuno può distribuirlo abbinato ai programmi che vuole. Una distribuzione o distro quindi è un sistema composto da Linux e da una serie di altri software scelti in base alle esigenze degli utenti alla quale è destinata.
  4. Linux è Ubuntu? Ubuntu è Linux?
    Ubuntu è una delle tante distro di Linux (vedi FAQ n.3) con l’obiettivo di essere semplice da usare. Altre distribuzioni di questo genere sono Mint, Mageia, Fedora e molte altre.
  5. Linux è difficile da usare?
    Ci sono distribuzioni destinate a esperti ed altre molto semplici che si usano allo stesso modo di Windows. Vedi FAQ 4. Io consiglio Mint. Questo blog è ricco di recensioni!
  6. Posso usare gli stessi programmi che usavo su Windows?
    In generale, ma con alcune eccezioni, un programma gira solo sul sistema operativo per il quale è stato prodotto. Detto questo, molti programmi esistono sia per Windows che per Linux (o altri sistemi). Esempi sono Firefox, Chrome, VLC, OpenOffice, LibreOffice e molti altri. Se il programma che desideri non è disponibile per Linux c’è un software che consente di usare i programmi per Windows su Linux. Si chiama Wine, ma non funziona con tutti i programmi. Vedi questa pagina per le applicazioni testate. Puoi anche valutare di sostituire il programma con uno simile, la scelta è vasta.
  7. Linux parla la mia lingua?
    Sì, per il sistema base e tutti i programmi di uso comune sono disponibili traduzioni in moltissime lingue. Se lo desideriamo possiamo passare dall’una all’altra senza dover reinstallare niente.
  8. Linux è meglio di Windows?
    Questa domanda genera molte discussioni, ma presuppone qualche genere di riferimento! Cosa intendiamo per meglio? Ciò che posso dirvi è che generalmente Linux è più stabile di Windows, non tende ad appesantirsi col tempo e, se avete un computer datato, potete trovare una distribuzione che sia più veloce delle ultime versioni di Windows e più aggiornata delle vecchie versioni che forse sareste costretti a usare. Io lavoro spesso con PC vecchi di qualche anni e le ultime versioni di Mint o Fedora girano molto meglio di Windows 7.
  9. Linux è più sicuro di Windows? E per quanto riguarda i virus?
    In linea di massima qualsiasi software è potenzialmente vulnerabile rispetto a qualche genere di attacco, per non parlare degli “errori umani”, ma ad oggi non è noto alcun caso rilevante di attacco mirato a sistemi Linux. Qualcuno vi dirà che dipende dal fatto che non è molto diffuso, ma oggi a mio parere non è più così. Linux ed i software che vengono distribuiti con esso vengono costantemente migliorati per correggerne gli errori e renderli più sicuri. Inoltre le impostazioni predefinite per la sicurezza rendono difficili le intrusioni e fanno sì che eventuali danni siano più circoscritti possibile. In anni che uso Linux non ho mai sentito la mancanza di un antivirus.
  10. Con Linux funzioneranno tutti i dispositivi che ho già?
    Linux supporta un grandissimo numero di periferiche (di solito senza bisogno di installarle a mano) ma qualcuna, specie se troppo vecchia o troppo recente, potrebbe non essere supportata. Puoi fare una prova (vedi FAQ 11) e, se non funziona tutto, rivolgerti a un esperto perché provi a cercare i driver giusti.
  11. Posso provare Linux senza fare modifiche al mio computer?
    Sì. La maggior parte delle distribuzioni Linux sono disponibili in versione Live per poter essere provati. In poche parole, possono avviarsi anche da CD o chiavetta senza bisogno di installazione.
  12. Posso personalizzare l’aspetto?
    Sì. Esiste un buon numero di interfacce grafiche per Linux (le più famose sono KDE e GNOME) e molte distribuzioni includono la possibilità di scegliere quella che preferiamo, senza contare che poi ciascuna di esse offre un certo grado di personalizzabilità. Mint fornisce la versione Live per ciascuna delle interfacce supportate, quindi possiamo provarle tutte, prima di decidere.
  13. Come si installano i programmi?
    Le distribuzioni pensate per utenti inesperti comprendono una sorta di “App store” nel quale però le applicazioni sono gratuite! Buona parte dei programmi liberi e/o gratuiti disponibili per Linux vi saranno compresi. Per altri programmi di uso comune solitamente esistono “pacchetti di installazione” che sono molto simili ai “Setup” di Windows o ai DMG di Mac. Più raramente (specie per programmi di uso professionale) può capitare di dover installare “a mano” il programma usando la riga di comando, ma a parte che vi verrebbero senz’altro date le istruzioni, agli utenti medi capita decisamente di rado.
  14. E se mi servisse aiuto?
    Tipicamente cosa fate se vi serve aiuto con Windows? Se ve la sentite provate a cercarlo su Internet e ad arrangiarvi, altrimenti vi rivolgete a un esperto! Con Linux è lo stesso. Ci sono tanti utenti esperti e su Internet ci sono moltissime community nelle quali molti di loro saranno contenti di aiutarvi. Questo blog è solo uno dei tanti che ne parlano e normalmente non pubblico cose che potete trovare ovunque (a parte le recensioni), ma cercherò di svelare anch’io qualcosa d’interessante.
  15. La riga di comando mi fa paura. Devo proprio usarla?
    L’uso tipico di un sistema Linux non richiede l’uso dei terminali a riga di comando, tuttavia quando si trovano istruzioni riguardanti Linux in Internet, queste molto spesso comprendono comandi da digitare. Questo avviene perché varie distro di Linux possono avere interfacce grafiche diverse e ciascuno potrebbe aver modificato quelle ed anche i programmi installati a piacimento, mentre la maggior parte dei comandi è uguale, per cui fornire una lista di istruzioni è più semplice. Se non sapete cosa state facendo, in ogni caso, è bene che vi rivolgiate a degli esperti, ma questo vale anche per Windows e Mac! Non preoccupatevi, se siete inesperti vi metterete difficilmente a frugare in ogni caso!
  16. Nessuno regala niente, dov’è la fregatura? Perché qualcuno dovrebbe lavorare gratis?
    Beh, per cominciare c’è chi scrive programmi e fa esperimenti soprattutto per passione. Io per esempio non prendo un cent da nessuno per scrivere questi articoli. In ogni caso, alcune organizzazioni che contribuiscono allo sviluppo e alla distribuzione di Linux campano di donazioni (Mint per esempio), altre (come Red Hat o anche la stessa Canonical che distribuisce Ubuntu) vivono dei servizi a pagamento associati alla propria distribuzione, come l’assistenza e la soluzione di eventuali problemi.
  17. GNU/Linux e Linux sono la stessa cosa?
    Come detto nella FAQ 3, un sistema operativo è composto da diversi pezzi. Ciò che comunemente si usa al di sopra di Linux è il parco software GNU ed una moltitudine di altri programmi. GNU è un progetto per la creazione di un sistema operativo completamente libero a cui manca un kernel funzionante, così spesso viene completato usando Linux, quindi la risposta alla domanda è no. Richard Stallman, guru del software libero e fondatore del progetto GNU, chiede che la combinazione di GNU e Linux (tipica delle distro più famose, comprese Ubuntu e Mint) sia chiamata GNU/Linux, ma non tutti sono d’accordo ed ormai Linux è entrato nell’uso comune per definire un sistema Linux-based, oltre al solo kernel.
    Comunque si decida di chiamare la combinazione, bisogna ricordarsi che non sempre GNU gira su Linux e non sempre Linux è distribuito con GNU (Android è un esempio).
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *