Ubuntu 18.04 e Broadcom BCM4318

Scheda wireless su notebook

Sembra incredibile che a distanza di 7 anni sia ancora alle prese con un portatile che era già vecchio quando ho parlato della stessa scheda di rete su Fedora, per pura coincidenza sempre in versione 18.
Un proverbio sardo sempre attuale recita “In domu de su ferreri, schidoni de linna“: a casa del fabbro, spiedi di legno. E dunque casa mia è piena di hardware datato che in qualche maniera funziona sempre. È il caso di questa scheda che crea grattacapi da sempre su sistemi Linux e che non dà segni di vita al primo avvio di Ubuntu e derivate, incluso Mint. Quanto al sistema, non essendoci Lubuntu 20.04 a 32 bit, bisogna arrangiarsi con l’ultima LTS a disposizione.

Per la scheda in questione ci sono vari driver fra cui possiamo scegliere, alcuni proprietari ed alcuni liberi. Non mi è molto chiaro quale tenti di usare l’installazione pulita del sistema dal momento che quando l’ho riavviato in modalità live per riprodurre i passaggi non ho individuato pacchetti coi driver preinstallati. Si direbbe che il sistema tenti di caricare il modulo wl. Per questa guida adottiamo la soluzione ibrida con driver libero b43 e firmware proprietario. La ragione di ciò è che i firmware liberi OpenFWWF non sono inclusi nella distribuzione e non ho ancora controllato se, essendo vecchi di qualche anno, è ancora possibile compilarli ed installarli e di conseguenza se in questi anni siano divenuti più stabili. Questa guida parte dal presupposto che non siano stati fatti altri tentativi prima, nel qual caso il sistema dovrebbe essere prima ripulito, dal momento che alcuni driver mettono gli altri nella lista nera dei moduli per evitare conflitti.

Per cominciare, apriamo un terminale e diamo il comando

lspci -vvnn | grep -A 9 Network

Il risultato dovrebbe includere una riga come

Network controller [0280]: Broadcom Inc. and subsidiaries BCM4318 [AirForce One 54g] 802.11g Wireless LAN Controller [14e4:4318] (rev 02)

Se il codice fra parentesi quadre non è [14e4:4318] vi rimando a questa pagina e a quest’altra per scoprire se il driver in questione va bene anche per la vostra scheda. Diversamente, potrete seguire le istruzioni per il driver adatto. A questi punto digitiamo

sudo apt-get install b43-fwcutter firmware-b43-installer

sudo modprobe -r b43 bcma

sudo modprobe -r brcmsmac bcma

sudo modprobe -r wl

sudo modprobe b43

La prima linea installa il driver più uno strumento che scaricherà il firmware originale (proprietario) per la scheda. Le tre linee successive disattiveranno i driver alternativi già in uso e l’ultima attiverà il nuovo. A questo punto, se tutto è andato bene, dovreste vedere la lista delle reti senza fili facendo click sull’icona della rete sul pannello nella scrivania.
Se tutto è andato bene, dobbiamo dire al sistema di caricare i nuovi driver all’avvio. Digitiamo nel terminale

sudo nano /etc/modules-load.d/modules.conf

Ed assicuriamoci che ci sia una riga con scritto solo b43.
Infine, digitiamo

sudo nano /etc/modprobe.d/blacklist.conf

Ed aggiungiamo in fondo

blacklist wl

Al riavvio del sistema la scheda dovrebbe funzionare regolarmente.

[Voti: 0   Media: 0/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *