Recensione indoona

Indoona è un ambizioso progetto di Tiscali che unisce caratteristiche di applicazioni VoIP, messaggistica e di social network come Facebook o Twitter. Screen indoonaCon la registrazione abbiamo la possibilità di scaricare l’applicazione per PC (Windows o Mac OS X) o smartphone, di accedere al social network ed eventualmente di acquistare un numero di telefono che ci consente di ricevere le chiamate dall’applicazione stessa. Dato che si tratta di un progetto tutto italiano (sardo, anzi! :-)) ho deciso di provarlo, soprattutto per vedere se le caratteristiche sono all’altezza di altri progetti.

L’applicazione

Partiamo dall’applicazione. Come possiamo vedere nello screen, la veste grafica è semplice e tipica dei programmi VoIP che conosciamo, come Skype, VoIP Discount o Rynga. Abbiamo l’elenco dei contatti e a ciascuno possiamo associare uno o più numeri di telefono. Quando ci registriamo ci viene chiesto di fornire il nostro numero di cellulare, così se siamo sulla lista contatti di qualcuno il programma rileva automaticamente se anche noi usiamo indoona o no. L’applicazione sembra studiata in particolar modo per gli smartphone e per funzionare in modo più trasparente possibile. Infatti se il contattoScreenshot chiamata indoona usa a sua volta indoona le chiamate vengono inoltrate al programma, il che ci fa risparmiare i costi della telefonata. Naturalmente ci occorre una connessione a internet, quindi se utilizziamo uno smartphone il risparmio reale è solo nel caso che il trasferimento dati ci costi meno della telefonata! Se il ricevente non ha indoona o comunque non è connesso la chiamata viene automaticamente inoltrata al numero di cellulare (un messaggio ci avverte prima). Possiamo aggiungere a piacimento altri numeri di telefono. Per quelli di rete fissa Tiscali la chiamata è gratuita (attualmente ci sono 200 minuti gratis anche per gli altri fissi fino al 31/03/2013), altrimenti per chiamare ci servirà avere del credito, proprio come avviene su Skype.  L’applicazione permette inoltre di videochiamare, ma anche di messaggiare gratuitamente come Whatsapp con gli utenti che ce l’hanno a loro volta installata.

Il social network

Screenshot Social Network indoonaAmmetto che non sono un fanatico dei social network: uso Facebook più che altro per necessità, ma a occhio e croce indoona trae ispirazione in particolare  da Twitter. Possiamo pubblicare testo (massimo 300 caratteri), immagini, audio, video o addirittura trasmettere in live. Possiamo citare qualcuno nel nostro post, usare gli hashtag, rilanciare post di altri, seguire o farci seguire da altri utenti. Possiamo inoltre pubblicare dall’applicazione stessa senza bisogno di entrare obbligatoriamente sulla pagina web.

Impressioni

Tiscali ha messo molta carne al fuoco con questo progetto e a leggere le loro dichiarazioni sembra che ancora il progetto non finisca qui. Ho fatto diverse chiamate con indoona e l’audio è risultato pulito, senza disturbi né altri problemi. Le tariffe sono mediamente più economiche di quelle di Skype, ma in alcuni casi più alte di Rynga o VoIP Discount. Una chiamata a un cellulare tedesco per esempio costa 21,2 €cent/min con indoona, 23,6 €cent/min con Skype e 19,55 €cent/min con VoIP Discount. Manca la possibilità di inviare SMS ed è un vero peccato perché è una funzione che mi servirebbe e se ci fosse stata non avrei pensato due volte a fare una ricarica. Mi lascia un po’ perplesso anche la gestione automatica delle chiamate: credo di capire le intenzioni ma su Skype possiamo scegliere se chiamare il programma o il numero di telefono e sinceramente preferisco così. Mettiamo per esempio che il destinatario apra il programma sul PC e poi esca col cellulare in tasca: non avremmo possibilità di chiamare il telefono perché indoona si ostinerebbe a chiamare il PC! Ho verificato e la chiamata non viene inoltrata alla rete telefonica quando il ricevente non risponde dall’app. Ad ogni modo, il progetto merita attenzione. Io ho deciso di utilizzarlo, anche se potrò farlo poco visto che uso prevalentemente Linux, non c’è ancora una versione per il pinguino e quella per Windows attualmente non funziona su Wine. Inutile specificare che l’applicazione non è libera.

Per quanto riguarda il social network, è semplice e simpatico, ma sinceramente non ci vedo niente di speciale. Dubito che abbia molto successo, a meno che non ne abbia l’applicazione e gli utenti inizino a usarlo di conseguenza.

Aspetto qualche opinione da parte vostra!

Immagini caricate con ImageShack.us

[Voti: 1    Media Voto: 3/5]

5 pensieri su “Recensione indoona

  1. Salve a tutti io lo uso e va bene solo che lo già installato su 2 telefoni diversi ma tutti e due con android e tutti e due danno segni di instabilità quando uso indoona.A volte addirittura non riesco a staccare la chiamata e mi tocca spegnere il cellulare senno rimane li senza dare segni di vita!! Ottima cosa indoona ma dovrebbero migliorare questi problemi di instabilità!!

    • Ciao alfredo,
      ho gli stessi problemi anch’io su Android, ma il mio telefono ha un hardware piuttosto scarso. Programmi esosi in termini di risorse danno sempre problemi, a partire da Skype, per restare in tema.

    • Personalmente non ho un giudizio così severo, anche se al momento sono più interessato a Telegram. Interessante che Tiscali abbia deciso di pubblicare le API per favorire la creazione di applicazioni alternative per la rete indoona. Chissà se questo darà una possibilità in più a questo progetto che finora non ha riscosso molto successo.

  2. soldi ricarica non accreditati e non rispondono alle mail….. indoona inaffidabile

    Altamente sconsigliata ho scaricato l’app android dal playstore ,ho ricaricato tramite paypal,la ricarica ad oggi ancora non e’ stata accreditata,non rispondono alle mail da giorni,ho fatto contestazione tramite paypal, none’ per i soldi ma per questione serieta’ che evidentemente indoona non ha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*